Log in or Create account

NUMERO 16 - 04/09/2019

 'Giusto procedimento legislativo' e conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato

Di recente la Corte costituzionale è stata chiamata a verificare, in sede di conflitto di attribuzione, se il concreto dipanarsi del procedimento legislativo sia in grado di ledere le attribuzioni dei parlamentari, siano essi considerati singolarmente o quali appartenenti a gruppi o a minoranze. Dalle pronunce (di inammissibilità) adottate pare emergere che la tendenza della Corte costituzionale ad elidere le cd. «zone franche» dal controllo della Corte si infranga contro interna corporis. A fronte della richiesta dei soggetti parlamentari che hanno sollevato conflitto di attribuzione innanzi alla Corte costituzionale, probabilmente palesando un’esigenza di giurisdizionalizzazione di controversie nate e sviluppatesi all’interno delle Camere di appartenenza che non riescono a trovare una propria composizione in sede esclusivamente politica, la Corte costituzionale , attraverso lo scudo dell’ inammissibilità, ha difatti assunto un atteggiamento di chiusura, non entrando nel merito delle questioni. Questa giurisprudenza ha però sotteso l’evoluzione della nozione di “potere dello Stato”, nonché l’individuazione degli strumenti idonei a risolvere i conflitti scaturenti da comportamenti anomali degli organi costituzionali. È proprio quando la questione coinvolge organi quali il Parlamento o il Governo e ancor di più le loro relazioni, che la giurisdizione ordinaria trova il limite dell’atto politico e si palesa la necessità di un ricorso diretto alla Corte costituzionale; questa,  tuttavia, per scongiurare il rischio di una sua politicizzazione, non può spingersi al di là di determinati confini, oltre i quali dovrà tornare ad essere la Camera di appartenenza a risolvere i contrasti (fuoriuscendo  tali ipotesi dall’ambito del conflitti di attribuzione e inserendosi in quello dei conflitti inter-organici di competenza)… (segue)



Execution time: 57 ms - Your address is 3.227.233.55
Software Tour Operator