Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Trasparenza

 TAR CAMPANIA, Sentenza n. 277/2023, Ribaditi alcuni capisaldi giurisprudenziali in materia di accesso

 

OMISSIS (avv.ti G. Paolino e A. Fasolino) contro OMISSIS (avv.ti M. Di Troilo, E. Iannaccone, M. Abbondandolo), nei confronti di OMISSIS (non costituito in giudizio) per l’annullamento OMISSIS

Accesso ai documenti amministrativi – Accesso generalizzato – Complementarità – PA – Giudizio sul rapporto

La sentenza è da attenzionare per i principi di diritto che ribadisce ovvero:

- a fronte di un'istanza ostensiva la quale non faccia riferimento in modo specifico e circostanziato alla disciplina dell'accesso procedimentale o a quella dell'accesso civico, ma sia formulata in modo indistinto, ovvero non consenta di ritenere che il richiedente abbia inteso limitare il proprio interesse all'uno o all'altro, l'amministrazione ha il dovere di rispondere, in modo motivato, sulla sussistenza o meno dei presupposti per consentire l'accesso ai sensi di entrambe le discipline (T.A.R. Toscana, Firenze, sez. III, 06/12/2021, n.1620). Nel caso di specie le due istanze (di accesso documentale e civico generalizzato) si pongono come “complementari” laddove la seconda ha la funzione di integrare la prima sul piano della forma di accesso prescelta;

- se riconosciuto dall’amministrazione l’accesso, a nulla rileva che l’interessato non abbia estratto copia perché, a fronte dell’accoglimento dell’istanza, la legge non preclude di esercitare tale facoltà in un momento successivo;

-  la legittimazione all’accesso va riconosciuta a chiunque possa dimostrare che gli atti del procedimento oggetto dell’accesso abbiano spiegato o siano idonei a spiegare effetti diretti o indiretti nei suoi confronti, indipendentemente dalla sussistenza o meno di una loro lesività (T.A.R. Campania, Napoli, Sez. VI, 09/03/2020, n.1080).

 

Veronica Varone



Execution time: 11 ms - Your address is 34.239.151.124
Software Tour Operator