Log in or Create account

NUMERO 24 - 04/10/2023

 Il voto fuori dal Comune di residenza

Abstract [It]: Il contributo si interroga sulle possibili modalità di disciplina, alla luce del quadro costituzionale di riferimento, del voto fuori dal Comune di residenza. L’analisi si concentra in particolare sulle alternative alla regola che impone l’esercizio del voto nel luogo di residenza, anche in considerazione degli strumenti offerti dalle nuove tecnologie e degli spunti provenienti da altri ordinamenti, verificandone la compatibilità con i requisiti costituzionali. Vengono altresì analizzate le più recenti iniziative avanzate in materia, cercando di individuare quelle che possono rappresentare alcune risposte a un problema che richiede ormai da troppo tempo una compiuta regolamentazione.

 

Title: Voting outside the municipality of residence between constitutional requirements, needs for effectiveness and (unfinished) attempts at regulation

Abstract [En]: The article focuses on the possible methods of regulating voting outside the Municipality of residence, in the light of constitutional provisions. The analysis focuses in particular on the alternatives to the rule that imposes the exercise of the vote in the place of residence, also in consideration of the tools offered by new technologies and experiences from other legal systems, verifying their compatibility with the constitutional requirements. The most recent proposals advanced on the subject are also analyzed, trying to identify some hypothetical answers to a problem which requires a complete regulation.

 

Parole chiave: Residenza; Voto; Astensionismo; Costituzione; Uguaglianza

Keywords: Residence; Vote; Abstentionism; Constitution; Equality

 

Sommario: 1. L’astensionismo come “malato cronico” della democrazia. 2. L’esercizio del voto nel Comune di residenza: ipotesi derogatorie e limiti di ragionevolezza. 3. Le possibili alternative al voto nel Comune di residenza tra vincoli costituzionali e nuove frontiere tecnologiche. Uno sguardo oltre i confini nazionali. 4. Il voto in seggio diverso nel giorno delle elezioni e il voto c.d. “presidiato anticipato” nei lavori della Commissione di esperti per favorire la partecipazione dei cittadini al voto. 5. I tentativi incompiuti. 6. Riflessioni conclusive.



Execution time: 89 ms - Your address is 3.236.145.153
Software Tour Operator