Log in or Create account

NUMERO 15 - 16/06/2021

Ripensare il Titolo V a vent'anni dalla riforma del 2001

Trascorsi vent’anni dalla legge costituzionale n. 3 del 2001, l’Istituto di Studi sui Sistemi Regionali, Federali e sulle Autonomie (ISSiRFA) “Massimo Severo Giannini” del CNR, la Rivista federalismi.it e l’Osservatorio sui processi di governo e sul federalismo hanno deciso di unire le loro forze per avviare un percorso congiunto di studio, di riflessione, di confronto e di proposta che, sotto la direzione degli autori dell’editoriale e della Collega Maria Prezioso (ordinario di Geografia economica e politica e di Economia e pianificazione del territorio presso l'Università di Roma “Tor Vergata”) e con il coordinamento organizzativo di Gabriella Saputelli (Issrirfa) e di Federico Savastano (federalismi), è rivolto, in particolare ma non solo, alla preparazione di un Convegno nazionale che si terrà a Roma il 13 e 14 ottobre 2021, e che ci auguriamo possa vedere presenti le autorità politiche rappresentative di tutte le componenti della nostra Repubblica. Si tratta di un percorso inedito, che sta già coinvolgendo decine di studiosi all’interno di cinque gruppi di lavoro, e che si caratterizza per un approccio interdisciplinare, in cui cioè sono presenti esperti non soltanto del diritto, ma anche di altre scienze umane e sociali il cui contributo riteniamo essenziale per affrontare con piena consapevolezza le tante sfide del decentramento istituzionale e della riorganizzazione territoriale in Italia, specie dopo la eclatante vicenda della crisi pandemica e delle lezioni che da essa dobbiamo inevitabilmente trarre. I cinque gruppi di lavoro, ciascuno con due coordinatori, stanno affrontando, ovviamente con le necessarie interrelazioni, le principali tematiche che sono sullo sfondo delle novità introdotte dal Titolo V e del non facile processo di attuazione e che possono essere così riassunte: 1) le questioni inerenti alla ripartizione delle competenze legislative tra Stato e Regioni in connessione alle sfere di interessi coinvolti (con il coordinamento di Marco Olivetti, ordinario di diritto costituzionale presso la LUMSA di Roma, e Gianluca Passarelli, ordinario di Scienza politica nella Sapienza – Università di Roma); 2) le problematiche connesse all’attribuzione e alla distribuzione delle funzioni amministrative nel rapporto tra i livelli ordinamentali (con il coordinamento di Anna Maria Poggi, ordinaria di istituzioni di diritto pubblico nell’Università di Torino, e Renato Botti, direttore generale del Gaslini di Genova); 3) le riflessioni sul dimensionamento territoriale “ottimale” delle istituzioni decentrate e sulle prospettive di una riorganizzazione (con il coordinamento di Federica Fabrizzi, associata di istituzioni di diritto pubblico nell’Università Telematica Uninettuno e redattore capo di federalismi, e Tiziana Pompei, Vicedirettore generale di Unioncamere); 4) le sempre spinose questioni dell’autonomia finanziaria degli enti territoriali nel sistema di finanza pubblica e dei relativi vincoli esterni (con il coordinamento di Guido Rivosecchi, ordinario di diritto costituzionale nell’Università di Padova, e Andrea Filippetti, Direttore di ricerca presso l’ISSIRFA); 5) la specifica definizione del ruolo che le autonomie territoriali possono svolgere nei rapporti sempre più intrecciati con l’Unione europea (con il coordinamento di Andrea Morrone, ordinario di diritto costituzionale nell’Università di Bologna, Massimo Condinanzi, ordinario di diritto europeo nell’Università Statale di Milano, Angela D’Orazio, ricercatrice di Geografia economico-politica nell’Università Tor Vergata di Roma)... (segue)



Execution time: 14 ms - Your address is 3.215.177.171
Software Tour Operator