Log in or Create account

FOCUS - Comunicazioni, media e nuove tecnologie N. 2 - 19/09/2014

 Recensione de 'I nuovi diritti dei consumatori – Commentario al D.Lgs. n. 21/2014' a cura di A.Gambino – G. Nava, Giappichelli Ed., 2014

Con la Direttiva n. 2011/83/UE “sui diritti dei consumatori” (c.d. Direttiva “Consumer Rights”) il Legislatore comunitario ha inteso ridisegnare il sistema delle tutele dei consumatori nei contratti conclusi con i professionisti. In quest’ottica, e con l’obiettivo di contribuire efficacemente all’armonizzazione della c.d.consumer policy in Europa, la tecnica normativa prescelta dal Legislatore comunitario è quella dell’armonizzazione massima: per l’effetto,gli Stati membri sono tenuti ad uniformarsi alla Direttiva, senza possibilità di scostarsi dall’impianto generale e/o dalle sue previsioni più puntuali, eventualmente introducendo o mantenendo in vigore “disposizioni più o meno severe per garantire al consumatore un livello di tutela diverso” (art. 4 della Direttiva). In Italia, la Direttiva Consumer Rights è stata recepita dal D.Lgs. n. 21/2014 (in vigore nel suo complesso dal 13 giugno 2014) e innestata nel Codice del Consumo (D.Lgs. n. 206/2005), che dunque è stato profondamente novellato. Sono, infatti, numerosi i lineamenti su cui la DirettivaConsumer Rights è intervenuta in maniera incisiva: dalla disciplina delle informazioni precontrattuali alle nuove regole sulla vendita di contenuti digitali on-line, dal diritto di recesso del consumatore alle tariffe per l’utilizzo dei mezzi di pagamento, dalla consegna delle merci e relativo passaggio del rischio, alla tutela amministrativa e giurisdizionale dei diritti. Per districarsi tra le nuove regole, coglierne le ricadute e verificarne gli effetti è oggi disponibile uno strumento agile e meditato: il Volume “I nuovi diritti dei consumatori”, curato da Alberto Maria Gambino e Gilberto Nava per i tipi dell’editore Giappichelli. Si tratta di un commentario ragionato e analitico delle singole disposizioni del Codice del Consumo riformato, che, all’indomanidel recepimento della Direttiva Consumer Rights, si propone di offrire ai diversi stakeholders un concreto ausilio nell’interpretazione e nell’applicazione della rinnovata normativa consumeristica. L’approccio pragmatico che i Curatori hanno inteso adottare trova sicura conferma. Il Volume,infatti, al quale hanno partecipato trentacinque autori – avvocati, professori, esperti e cultori della materia –, si interroga sui nodi della novellata disciplina offrendo risposte che poggiano sul continuo raffronto tra la nuova disciplina e gli orientamenti della pregressa giurisprudenza civile e amministrativa e della dottrina più recente in ambito consumeristico. Così, il delicato tema del riparto di competenze (tra l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e le altre Autorità di settore in materia di pratiche commerciali scorrette) viene affrontato nell’ambito di una più ampia cornice ed in particolare alla luce del parere con cui nel 2012 il Consiglio di Stato si era pronunciato in Adunanza Plenaria, per poi soffermarsi sul novellato arti. 27 del Codice del Consumo (che attribuisce una competenza esclusiva in materia di pratiche commerciali scorrette all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato anche per quanto concerne i settori c.d. regolamentati ma, al contempo, lascia ferma la competenza delle altre Autorità di regolazione nelle ipotesi di violazione della regolazione che non integrino gli estremi di una pratica commerciale scorretta). Ancora, il Volume si contraddistingue sempre per completezza e la chiarezza espositiva. Così, a titolo di esempio, nell’analizzare le disposizioni in materia di diritto di recesso, il relativo commento spazia dall’analisi dell’ambito di applicazione del diritto fino ai rimedi amministrativi e civilistici in caso di inadempimento, dalle modalità di esercizio agli effetti e al momento di perfezionamento del recesso, dagli obblighi del professionista e del consumatore fino agli effetti dell’esercizio del recesso sui contratti accessori. Insomma, “I nuovi diritti dei consumatori – Commentario al D.Lgs. n. 21/2014” si presenta come una, anzi la prima, opera di commento sistematico del Codice del Consumo riformato dal D.Lgs. n. 21/2014 e costituisce un vademecum di sicura utilità tanto per i cultori della materia, quanto – e forse soprattutto - per gli operatori del mercato.



Execution time: 64 ms - Your address is 54.196.2.131