Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Città metropolitane N. 1 - 28/11/2018

 Aggiornamento a settembre 2018 sull'attività della Città metropolitana di Bari (CMB)

La Città metropolitana di Bari ha svolto la sua attività soprattutto sul piano ordinamentale, dotandosi di dispositivi nomativi. Un posto di rilievo è ricoperto da quelli afferenti alla pianificazione strategica, all’interno della quale si collocano tutta una serie di provvedimenti afferenti al nuovo modello di governance, alla priorità e alle azioni strategiche, ai piani contro la corruzione e per la trasparenza, e alle iniziative a favore delle pari opportunità. Nel corso del 2017 le sedute del Consiglio metropolitano sono state 14 con l’adozione di 205 delibere, mentre la Conferenza metropolitana si è riunita solo 2 volte adottando 3 delibere. Per quanto riguarda il 2018, al 23 luglio le sedute del Consiglio risultano 9, durante le quali sono state approvate 84 delibere, mentre la Conferenza si è riunita 2 volte adottando altrettanto delibere. Da notare che le proposte portate dal Sindaco metropolitano sono state approvate quasi all’unanimità, incontrando solo le astensioni di qualche consigliere di opposizione. L’attenzione si focalizza sull’alto numero delle delibere approvate dal Consiglio metropolitano a fronte, peraltro, di uno scarso numero di sedute. Si aggiunga che la lettura del processo e la visione delle sedute mostra come il dibattito sia stato spesso ridotto al minimo. Segno, forse, del ruolo decisivo svolto in questo ambito dal Sindaco e dagli uffici nella preparazione dei documenti, con tutto quello chi ciò può comportare circa il peso della macchina burocratico-amministrativa sul concreto funzionamento della CMB, ma anche, come si vedrà per esempio con riguardo al  piano anticorruzione o a quello per le pari opportunità, del contenuto ormai sedimentato e/o del carattere legislativamente dovuto delle delibere. Invero, l’attività svolta s’innesta sul complesso e stratificato quadro normativo statale 
e regionale, cercando di rispondere alla necessità di riordino delle funzioni della CMB, chiamata a predisporre un Piano strategico, così come peraltro previsto dall’art. 8 dello Statuto. 
La definizione del nuovo assetto organizzativo si è così intrecciata con la elaborazione del Piano, dando vita a una mutua e reciproca influenza. Lo testimonia la delibera n. 1/2016, con cui il Consiglio metropolitano approva il Modello di governance del processo di pianificazione strategica della Città metropolitana di Bari (d’ora in poi Modello di governance)… (segue)



NUMERO 23 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 11 ms - Your address is 54.159.51.118