Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio di Diritto sanitario

 La parabola degli ospedali classificati: da soggetti giuridici parificati al servizio pubblico a operatori privati. È veramente questo il precipitato giuridico delle recenti sentenze in materia?

L’oggetto della sentenza in commento origina da una vicenda giudiziaria che deve essere qui brevemente riassunta per comprendere l’effettiva portata dei principi da essa emergenti. Nel 2015 la AUSL 12 di Venezia e l’Ospedale dell’Angelo di Mestre (da ora, AUSL Venezia) adottarono alcuni provvedimenti mediante i quali affidarono, per il tramite di un accordo convenzionale (dunque, in via diretta, ossia senza lo svolgimento di una gara), all’Ospedale Classificato Sacro Cuore – Don Calabria di Negrar (da ora, Sacro Cuore) il servizio di fornitura di un radiofarmaco a titolo gratuito, prevedendosi solo il rimborso delle spese di trasporto. Successivamente, attribuirono allo stesso Ospedale Classificato un finanziamento di funzione volto a compensare il più alto costo per la maggiore complessità organizzativa nella predisposizione del radiofarmaco. Un’azienda specializzata nella produzione di radiofarmaci, fino alla data di sottoscrizione della convenzione sopra citata fornitrice del radiofarmaco per alcune strutture sanitarie venete, ha impugnato dinanzi al TAR Lazio i provvedimenti che hanno condotto alla sottoscrizione dell’accordo. Tra le varie doglianze sollevate nel ricorso, quella di interesse per il presente commento concerne la asserita violazione delle norme comunitarie in materia di affidamento di servizi di fornitura, in quanto… (segue)



Execution time: 19 ms - Your address is 100.25.214.89
Software Tour Operator