Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Trasparenza

 Consiglio di Stato, Sentenza n. 4/2021, Chiarimenti dell’Adunanza Plenaria sull’accesso alla documentazione fiscale del controinteressato

Pres. F. Patroni Griffi, Est. M. Noccelli – Omissis (Avv.to Francesca Vespra) c. società Gobbi 1842 S.r.l. (avv. E. Vaglio, G. Grossi) e nei confronti Agenzia delle Entrate (Avvocatura dello Stato) per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo regionale per la Lombardia sezione staccata di Milano sezione III.

Accesso ai documenti -– Documenti e atti accessibili ai sensi della legge 241 del 1990 – Dati reddituali patrimoniali e finanziari – Banche dati dell’anagrafe tributaria – Movimenti bancari – Documenti amministrativi ai fini dell’accesso documentale difensivo

Accesso difensivo – Documentazione fiscale di terzi  – Finalità dell’accesso – Nesso di strumentalità necessaria tra la documentazione richiesta sub specie di astratta pertinenza con la situazione “finale” controversa – Vaglio necessario

Accesso difensivo – Documentazione fiscale di terzi  – Poteri valutativi dell’amministrazione – Limiti – Valutazione sull’influenza o sulla decisività del documento richiesto nell’eventuale giudizio instaurato – Inammissibile

Accesso difensivo – Documentazione fiscale di terzi  – Poteri valutativi del giudice dell’accesso – Limiti – Valutazione sull’influenza o sulla decisività del documento richiesto nell’eventuale giudizio instaurato – Inammissibile – Mancanza assoluta di collegamento tra il documento e le esigenze difensive - Eccezione

A distanza di poco meno di sei mesi dalle sentenze gemelle nn. 19, 20 e 21 del 2020, torna a pronunciarsi l’Adunanza Plenaria in tema dell’accesso agli atti in materia di documentazione finanziaria detenuta dall’Anagrafe tributaria per risolvere alcuni aspetti rimasti irrisolti con riferimento al tema dell’accesso documentale “difensivo”.

Ad avviso del giudice rimettente (Cons. Stato, sez. IV, ord. 30 novembre 2020, n. 7514), l’Adunanza Plenaria, nelle citate sentenze, pur avendo chiarito la rilevanza “complementare” dell’accesso difensivo rispetto al sistema di acquisizione probatoria del giudizio civile, non ha precisato i poteri di valutazione dell’istanza di accesso difensivo da parte dell’amministrazione. I chiarimenti si intendono tanto più necessari in considerazione dei dati in possesso dell’anagrafe tributaria che consentono di ricostruire le vicende patrimoniali, e di riflesso personali, più rilevanti pressoché di ogni cittadino.

A tal fine l’Adunanza Plenaria, dopo avere ricostruito i presupposti dell’accesso difensivo, fissa i seguenti principî di diritto. In materia di accesso difensivo ai sensi dell’art. 24, comma 7, della l. n. 241 del 1990 si deve escludere che sia sufficiente nell’istanza di accesso un generico riferimento a non meglio precisate esigenze probatorie e difensive, siano esse riferite a un processo già pendente oppure ancora instaurando. E’ necessario che le finalità dell’accesso siano dedotte e rappresentate dalla parte in modo puntuale e specifico nell’istanza di ostensione, e suffragate con idonea documentazione (ad es. scambi di corrispondenza; diffide stragiudiziali; in caso di causa già pendente, indicazione sintetica del relativo oggetto e dei fatti oggetto di prova; ecc.), così da permettere all’amministrazione detentrice del documento il vaglio del nesso di strumentalità necessaria tra la documentazione richiesta sub specie di astratta pertinenza con la situazione “finale” controversa.

Inoltre, sul piano della portata della valutazione, l’Adunanza Plenaria chiarisce che né la pubblica amministrazione detentrice del documento né il giudice amministrativo adìto nel giudizio di accesso ai sensi dell’art. 116 c.p.a. devono invece svolgere ex ante alcuna ultronea valutazione sull’influenza o sulla decisività del documento richiesto nell’eventuale giudizio instaurato, poiché un simile apprezzamento compete, se del caso, solo all’autorità giudiziaria investita della questione. Ciò fatto salvo il caso di una evidente, assoluta, mancanza di collegamento tra il documento e le esigenze difensive, che rappresenta esercizio pretestuoso o temerario dell’accesso difensivo.



Execution time: 47 ms - Your address is 18.232.53.118
Software Tour Operator