Log in or Create account

NUMERO 22 - 19/11/2008

 Intervento di apertura al Convegno “Roma capitale - una svolta storica” svoltosi presso la Sala ex Hotel Bologna (Senato della Repubblica) il 3 novembre 2008

Quando, nel mese di luglio scorso (proprio il giorno della presa della Bastiglia) il sindaco Alemanno mi ha chiamato a far parte – congiuntamente ad altri tre costituzionalisti, Enzo Cheli, Beniamino Caravita ed Achille Chiappetti – di una Commissione incaricata di dare attuazione all’art. 114, comma 3 della Costituzione predisponendo il disegno di legge destinato a disciplinare lo speciale ordinamento di Roma capitale, ho avuto l’immediata impressione che l’impegno, particolarmente gradito, si traducesse anche nel “raccogliere una sfida”: quella di risolvere, nel brevissimo tempo assegnatoci, un problema che si trascinava da oltre sette anni.
La legge costituzionale n. 3 del 2001, che, tra le altre modifiche, ha riformulato l’art. 114 della Costituzione, è infatti stata approvata il 18 ottobre del 2001.
E’ da allora che l’art. 114 attende di essere attuato, congiuntamente, del resto all’art. 119, parimenti riformulato nell’occasione, come, del resto, il Vice Sindaco di Roma Cutrufo non ha mancato di far notare al Capo di Stato, con un appello pubblico indirizzatogli dalle pagine del "Messaggero" del 21 settembre 2008, in occasione della commemorazione della breccia di Porta Pia.


(segue)



NUMERO 22 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 59 ms - Your address is 3.234.210.89
Software Tour Operator