Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio di Diritto sanitario

 Approvate le nuove linee guida ministeriali per i servizi di telemedicina

Ministero della Salute, Decreto, 21 settembre 2022

Sono pubblicate in G.U. n. 256 del 2 novembre 2022 le nuove linee guida per i servizi di telemedicina, approvate dal Ministero della Salute, di concerto con il Ministro delegato per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

Le linee guida, allegate al decreto, sono state redatte da Agenas (nella qualità di Agenzia nazionale per la sanità digitale-ASD, riconosciutale dal d.l. 27 gennaio 2022, n. 4) e dalla Presidenza  del  Consiglio  dei  ministri, Dipartimento per la trasformazione digitale-DTD, avvalendosi della collaborazione di  un  Gruppo  di lavoro  multiprofessionale  e  multidisciplinare,  che  ha  visto  il coinvolgimento del Ministero della salute, del DTD stesso, delle  regioni e di altri enti.

Obiettivo delle nuove linee guida è quello di stabilire i “requisiti  tecnici  indispensabili  per  garantire  l'omogeneità  a livello nazionale  e  l'efficienza  nell'attuazione  dei  servizi  di telemedicina” (art. 1, co. 2 del decreto) in conformità con gli obiettivi del PNRR, nonché di “supportare dal punto di vista tecnico le regioni e le province autonome per la definizione  e composizione delle iniziative progettuali sui servizi di telemedicina afferenti al PNRR Missione 6” (Premessa All. A).

 

Quanto ai contenuti, la Sezione 1 è dedicata a “Requisiti funzionali e livelli di servizio” e identifica i requisiti minimi di  carattere logico-funzionale che dovranno caratterizzare le soluzioni oggetto di sviluppo nei diversi  ambiti  regionali  per  garantire  l'erogazione omogenea dei servizi sanitari in regime di telemedicina.

La Sezione 2, alla quale è dedicata la gran parte del provvedimento, riguarda “Requisiti tecnologici dei servizi di telemedicina” e reca delle indicazioni eminentemente tecniche sullo sviluppo delle soluzioni di telemedicina.

La terza ed ultima Sezione è dedicata a “Competenze e formazione” e identifica le competenze necessarie allo sviluppo e alla efficacia dei servizi di telemedicina nei contesti sanitari regionali per professionisti e utenti, individuando i corrispondenti percorsi formativi. Tale ultima Sezione distingue, da un lato, gli operatori  sanitari e gli altri professionisti coinvolti nell’erogazione di servizi di telemedicina e, dall’altro, i pazienti e/o cargiver. Per la prima categoria, l’indicazione delle competenze da acquisire è più specifica (attenendo non solo sull’uso dei sistemi informatici ma anche, ad esempio, alla materia della privacy e sicurezza del dato) e i programmi formativi strutturati (con necessità di “specifici programmi di formazione accreditati  ECM”). Per i pazienti e/o cargiver si prevede, più in generale, la necessità di acquisire competenze, attraverso “strumenti di  informazione/formazione per  l'utenza,  semplici  e  facilmente  accessibili,  quali  ad  es. videotutorial,  infografiche, depliant cartacei nonché possibile attività di coaching sia in presenza che a distanza”.

F.A.B.



Execution time: 22 ms - Your address is 44.192.38.49
Software Tour Operator