Log in or Create account

NUMERO 12 - 17/06/2009

 La Lettonia guarda al Cremlino

In Lettonia si è votato in un’unica circoscrizione sabato 6 giugno, dalle ore 7 alle ore 22, per assegnare gli 8 seggi a disposizione del paese nel Parlamento europeo.
Il sistema elettorale è di tipo proporzionale con liste partitiche con un massimo di 18 candidati per lista. Sulla base della legge lettone per le Elezioni europee del 29 gennaio 2004, i seggi vengono ripartiti secondo il metodo proporzionale del divisore Saint-Lagüe secondo cui i totali dei voti delle liste vengono divisi per numeri dispari (1,3,5…). La soglia di sbarramento è fissata al 5%. Il voto in Lettonia non è obbligatorio e non ci sono termini stabiliti per l’inizio e la fine della campagna elettorale. Il Parlamento lettone (la Seima) sta discutendo in questi mesi una riforma della normativa sul finanziamento ai partiti. Sul fronte della trasparenza poi, l’accesso ai media durante la campagna elettorale è in parte regolarizzato sulla base delle norme che fissano i termini per la campagna elettorale delle consultazioni legislative. Tra i principali aspetti di questa regolamentazione spicca l’obbligo di informazione per televisioni, radio e carta stampata sui finanziamenti ricevuti per la diffusione degli spot pre-elettorali.

(segue)



Execution time: 204 ms - Your address is 54.236.62.49
Software Tour Operator