Log in or Create account

NUMERO 12 - 17/06/2009

 Le elezioni europee in Slovacchia tra astensionismo e nazionalismo

Il nuovo Parlamento europeo conterà un rappresentante slovacco in meno rispetto al Parlamento uscente. Gli elettori della Repubblica slovacca, infatti, sono stati chiamati al voto lo scorso 6 giugno per eleggere tredici, e non più quattordici, membri del Parlamento europeo. Si è votato, in un’unica circoscrizione elettorale con lo stesso sistema del 2004, che prevede il riparto proporzionale dei seggi in base al cd. metodo del quoziente Droop e una soglia di esclusione per i partiti che non raggiungono il 5%.
Al pari di cinque anni fa, le elezioni europee in Slovacchia seguono molto da vicino le elezioni presidenziali che, quest’anno, si sono tenute nella duplice tornata del 21 marzo e del 5 aprile. Così, come era prevedibile, la scena politica è stata a lungo dominata dalla corsa per la Presidenza della Repubblica ed alla campagna elettorale per le europee è stato riservato uno spazio molto esiguo dal quale, peraltro, i partiti in competizione non hanno fatto emergere alcun programma politico che possa dirsi realmente europeo. Il dibattito pre-elettorale ha visto i candidati contendersi la palma del miglior difensore degli interessi slovacchi in Europa, ma non ha mai sviluppato tematiche di portata europea.
L’elemento caratterizzante della campagna elettorale è stato offerto dalla questione della minoranza ungherese, cavalcata a spron battuto dal partito nazionalista SNS. I nazionalisti, alleati del partito socialdemocratico (SMER) del Primo Ministro Robert Fico, hanno pesantemente accusato l’SMK, il partito della minoranza ungherese, di non coltivare gli interessi slovacchi in Europa, sostenendo che l’eventuale elezione dei candidati dell’SMK sarebbe valsa come una ulteriore riduzione dei rappresentanti slovacchi al Parlamento europeo.

(segue)


+ Scheda del Paese e risultati delle elezioni europee del 2004 e del 2009



Execution time: 36 ms - Your address is 3.236.228.250
Software Tour Operator