Log in or Create account

FOCUS - Human Rights

 Prestazioni sociali e parità di trattamento tra cittadini italiani e cittadini di Paesi terzi. Due prospettive differenti e complementari

Abstract [It]: Il presente lavoro ritorna sul tema dibattuto della parità di trattamento tra cittadino e straniero in relazione all’erogazione di servizi e prestazioni sociali, soffermandosi innanzi tutto sugli sviluppi più recenti della giurisprudenza costituzionale e sui limiti cui può andare incontro la discrezionalità del legislatore quando introduce requisiti ulteriori a carico dello straniero per il godimento di determinati benefici. Il diritto dell’Unione europea può, a sua volta, fornire un contributo importante nell’ottica del rafforzamento delle tutele del cittadino di un Paese terzo, grazie anche all’efficacia diretta riconosciuta ai divieti di discriminazione previsti in alcune direttive.

 

Title: Social benefits and equal treatment between Italian citizens and citizens of third countries. Two different and complementary perspectives

Abstract [En]: This work returns to the debated topic of equal treatment between citizens and foreigners in relation to the provision of services and social benefits, first of all focusing on the most recent developments in constitutional jurisprudence and on the limits which the legislator's discretion may encounter when introducing requirements additional costs to be paid by the foreigner to enjoy certain benefits. European Union law can, in turn, provide an important contribution to strengthening the rights of third-country nationals, thanks also to the direct effect recognized to the prohibitions of discrimination contained in some directives.

 

Parole chiave: straniero, diritti, prestazioni sociali, uguaglianza, discriminazione

Keywords: foreigner, rights, social benefits, equality, discrimination

 

Sommario: 1. Premessa: art. 3 Cost. e straniero. 2. Prestazioni sociali dirette a soddisfare diritti anche non fondamentali, legame col territorio e principio di ragionevolezza. 3. Segue: esigenze finanziarie, misure “polifunzionali” e discrezionalità del legislatore. 4. Parità di trattamento nel diritto UE: il quadro normativo. 5. Segue: le ricadute sul nostro ordinamento. 6. Notazioni conclusive.



Execution time: 12 ms - Your address is 3.236.116.27
Software Tour Operator