Log in or Create account

FOCUS - Le società partecipate al crocevia N. 6 - 16/11/2018

 Il monitoraggio del MEF sulle società a partecipazione pubblica: lo stato dell’arte e le prospettive future

Negli ultimi anni la pubblica amministrazione italiana ha compiuto un lodevole sforzo per dar vita a piattaforme telematiche e a banche dati informatiche sempre più sofisticate e aggiornate. Coerentemente con questa impostazione, il Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica di cui al decreto legislativo n. 175 del 2016 assegna al Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) il compito di gestire in modo unitario il monitoraggio delle società a partecipazione pubblica. L’intervento legislativo, attraverso la razionalizzazione del censimento, mira ad accrescere la trasparenza in un ambito che fino a oggi è rimasto abbastanza opaco e, in ultima analisi, a ridimensionare la presenza della mano pubblica in tante società che, soprattutto a livello regionale e locale, hanno avuto talvolta il solo scopo di garantire posti di privilegio negli organi societari oppure di procedere ad assunzioni di personale secondo logiche clientelari. All’attività di monitoraggio che il MEF svolge sulle società pubbliche è dedicato il presente contributo, che si articola in cinque paragrafi. Il primo paragrafo fornisce qualche dato sull’attuale dimensione del fenomeno delle società a partecipazione pubblica, sia a livello centrale che locale. Le fonti da cui i dati sono tratti sono il Dipartimento del Tesoro, il Dipartimento della Funzione pubblica, la Corte dei conti e l’Istat. Nel secondo paragrafo viene analizzata la tendenza, osservata negli ultimi vent’anni, alla proliferazione del capitalismo locale, legata a comportamenti talvolta distorsivi assunti dalle amministrazioni locali. Il terzo paragrafo illustra i nuovi compiti che il Testo unico affida al MEF in un’ottica di unificazione delle fonti informative e di semplificazione del censimento. Il quarto paragrafo prende in esame la natura della struttura del MEF preposta al monitoraggio delle società pubbliche, nonché le funzioni di indirizzo e coordinamento ad essa assegnate. Il quinto e ultimo paragrafo si sofferma sulle difficoltà applicative e sugli ostacoli che possono intralciare il conseguimento delle finalità dell’intervento riformatore. La pubblicazione e l’aggiornamento costante delle informazioni sulle società pubbliche possono favorire, anche su questo tema specifico, un dibattito più maturo e mettere a disposizione, non solo del policy maker ma anche dell’opinione pubblica, preziosi strumenti di conoscenza e di scelta. 



Execution time: 17 ms - Your address is 54.243.26.210
Software Tour Operator